Chi è online

Abbiamo 18 visitatori e nessun utente online

 
 
Prossimi Impegni
 
 
  
22/06
 
Campagnano 10 KM
 
 
Mentana 5 KM
 
 
 
 
 
 
 

destraentronistra
   

Meteo

Numeri dispari, numeri fausti: alla Lidense con furore per l’avvio di stagione

Scritto da  germy&batteri

fotoLidense2017

15 gennaio, ventesima edizione delTrofeo Lidense, gara ormai classica sulla distanza dei 15 km per i runners amanti del mare e non solo. Ben 11 atleti Naturalmente Castelnuovo in sfida e al traguardo per l’avvio della stagione sociale 2017 e tra di essi 4 donne (numero pari e comunque propizio), tra le quali Patrizia-Senatore (non me ne voglia per l’abbinamento all’amato runner- coniuge) all’esordio con la nuova società.

E c’è ancora chi pensa che i numeri dispari siano infausti, mentre le previsioni sul 2017 sembrano benevole ‘urbi et orbi’ e noi, Naturalmente, lo abbiamo già riscontrato domenica sul lungo mare di Ostia e dentro la pineta di Castel Fusano, sperimentando sia un pezzo di Roma - Ostia sia un altro della Rock&Run più pasqualina, ma sempre suggestiva. Tutti all’arrivo, ognuno col proprio record e primato, baciati da una bella giornata invernale malgrado pioggia o neve previste da tempo, aiutati da un percorso piacevole (opinione non condivisa da tutti!) tra verde e mare, tra asfalto e sterrato, da una colorata e nutrita partecipazione di runners (mille e 400 al traguardo) e di società diverse, ma soprattutto dallo spirito conviviale e gioioso che unisce noi, quelli di Naturalmente Castelnuovo. Quattro donne e 7 uomini in gara, totale 11, numero dispari pure lui. E che buon inizio di anno e di corse finalmente sia! Sigillando il tutto con il pacco gara della Lidense: una pen drive ‘special edition’, che potrebbe fare un po’ d’invidia se non ci corressimo su!

Ci mancavano Presidente e Mister, marito e moglie, quasi sempre presenti a onor del vero e tutti gli altri compagni, che essere sempre al completo è impensabile, ma anche a ranghi ridotti riusciamo a ricreare e a vivere quel clima di squadra che ci unisce e ci diverte, con Paolo Raguzzini che arriva primo dopo il lavoro e monta il nostro super gazebo griffato, con gli approvvigionamenti del ‘terzo tempo’, come dice il Mr, tè caldo e pandoro offerti dalla ditta Antonella & Paolo, runners e coniugi anche loro, per ritemprarci e riscaldarci. E poi quel che a me, che oggi scrivo, piace di più: il tifo acceso e la partecipazione agli arrivi dei compagni che stanno dopo di te e che in questo caso preciso erano tutte donne, le mie compagne, le ‘gazzelle della Lidense 2017’. La vita è un cerchio e anche la corsa lo è: dove sono gli altri ora, un tempo c’eri tu e tutto gira, gira la ruota, che è questo il cerchio della sovranità popolare e della partecipazione amorevole, non solo tra runners.

Pronti dunque per la seconda uscita sociale dell’anno, a.D. 2017: Tre Comuni per il calendario ‘fratello’ di Podistica Veio, neo nata società, insieme agli amici di Asterix Morlupo, 21 gli iscritti (numero dispari) in totale osmosi e simbiosi ne siamo certi, per un’altra gara che sentiamo vicina, propizia e beata. Beata tra i numeri dispari e fausti incorniciati dal nuovo anno.

Infine, per quel che conta dopo tutto, le classifiche dei corridori rilevate dalla tds in ordine rigorosamente decrescente, partendo dalla quota rosa e dando il primo posto a chi – sono di parte – lo merita ancora di più:

  • Patrizia Angeli (Senatore) all’arrivo con l’eterno fidanzato Ludovico, non immortalati da foto, ma c’ero anche io: 9a di categoria con 1h59’;
  • Geny Asaro, stretta alla compagna di allenamenti Antonella, 34a di categoria, con 1h 47’ e spicci;
  • Antonella Piccioni, nel tratto finale anche lei con l’eterno fidanzato Paolo, 60a di categoria con 1h 43’
  • Germana Recchia, sola soletta, richiamata a gran voce dai compagni all’arrivo, 44a di categoria con 1h 27’05’’
  • Paolo Raguzzini, 1h23’35’’ e dice che corre poco!
  • Franco Nori, degno compare del precedente, 1h19’52’’ che non si allena mai (narrant) ma corre veloce veloce, per le solite discriminazioni sociali a discapito di chi soffre per molto meno!

E ora verso il podio dei top:

  • Paolo Serarcangeli, 1h 18’37’’ (alla Maratona di Lisbona siamo arrivati insieme e magari un giorno lo raggiungo anche qui);
  • Ludovico De Mattia – Senatore, 1h15’34’’ solo due minuti circa sotto il grande
  • Roberto Vittori (sempre mio ex insegnante di nuoto), quasi agli esordi, con 1h13’18’’ e qualche anno in meno del grande Senatore;
  • Mattia di Masi 1h09’25’’, secondo me merito delle sue scarpe speciali di marca a me ignota ;)
  • Seby Sexy Sebastian Marin: 1h02’49’’ e ho detto tutto, è ‘straniero’ ma romano di adozione, pure lui sarà merito del DNA o delle scarpette volanti, altro non può essere...

A ciascuno il suo, direbbe qualcuno, e a ciascuno i propri numeri dispari e fausti, di gara in gara, di traguardo in traguardo, di passo in passo, più avanti o più indietro, alti gli animi, caldi i cuori, e che volino i piedi: due, pari, sani, liberi e leggeri.

Letto 1335 volte Ultima modifica il Martedì, 21 Febbraio 2017 08:26
Vota questo articolo
(1 Vota)

1 commento

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.