Chi è online

Abbiamo 15 visitatori e nessun utente online

 
 
Prossimi Impegni
 
 
  
17/02
 
Terni 21K/42K
 
 
 
 
 
 
 

destraentronistra
   

Meteo

Indegno Pellegrino sulla Francigena 2016 ... al contrario

Scritto da  Paolo Raguzzini

 francigena

Salve ragazzi, eccomi a raccontare la cronaca di una soleggiata e tranquilla passeggiata di appena 17 km.
Come sempre ci distinguiamo per le nostre classiche alzate mattutine di cui questa volta non mi posso lamentare, visto che l'ho organizzata io, bisogna dire che a quell'ora il più sveglio di tutta la brigata era il piccolo esploratore Luchino.
La giornata si apre con il trasferimento verso Est Est Est Montefiascone, da dove prendiamo finalmente il sentiero in direzione Bolsena che subito ci porta verso panorami che si aprono tra prati in fiore e belle vedute sul lago di Bolsena.
Il sentiero si presenta piuttosto comodo, anche perché in discesa, e si snoda piacevolmente all'ombra di belle querce, a circa metà percorso inizia un breve tratto della vecchia Cassia che riportandoci indietro di millenni stupisce con quale perizia sia stata costruita per mantenersi ancora così in buono stato, confrontandola con le nostre strade attuali.


Quando tutto sembrava procedere in maniera troppo tranquilla........ecco che finalmente come in un thriller si movimenta la giornata. Davanti a noi si presenta un torrente da superare saltando tra un sasso e l'altro e naturalmente tra tutti i partecipanti il più vivace e partecipativo è stato indovinate chi? Luchino Naturalmente!
Dopo tanto pericolo e fatica certo ci vuole una sosta, quindi perché non fermarci prima di intraprendere l'ultimi 7 km? accolti all'area picnic da un bel gattone rosso che, sarà stato per il colore o per le cose che gli ha dato da mangiare ha fatto amicizia con Mario.
Finito di rifocillarci si riparte verso Bolsena affacciandoci sempre di più sul lago che a tratti si mostra in tutta la sua bellezza, e finalmente arriviamo nel primo pomeriggio in tempo per prenderci un caffè prima di riprendere il pullman.
Considerazioni finali di un finto pellegrino al contrario, visto che il percorso l'abbiamo fatto al contrario.
Questa passeggiata oltre a farmi apprezzare i compagni di viaggio con i quali ho passato una splendida giornata, mi ha fatto pensare a quello che dovevano passare i pellegrini veri durante il Medio Evo, quando intraprendevano questo viaggio lungo anche centinaia di chilometri con l'equipaggiamento del tempo e con tutti i contrattempi che all'epoca si potevano avere durante il percorso, una vera prova di fede e resistenza. Quindi ringrazio tutti quelli che mi hanno piacevolmente accompagnato nell'escursione, il magico Luca, Alessandra, Antonella, Patrizia, Rosy, Antonino, Federico, Gioacchino, Mario, Massimo, Pierangelo, Paolo Sera e Roberto.
Ed ora appuntamento per la prossima bella escursione il 29 Giugno sul massiccio del Gran Sasso verso la cima del Corno Grande 
AD MAIORA

Letto 560 volte Ultima modifica il Lunedì, 27 Giugno 2016 13:51
Vota questo articolo
(1 Vota)
Altro in questa categoria: Tre Comuni 27 Gennaio 2019 »

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.